Acicastello: Regolamento antenne, verso l’ultimo atto

Si avvia alla conclusione l’iniziativa popolare di modifica del regolamento del Comune sugli impianti di telecomunicazioni

E’ giunta quasi al termine la procedura che porterà alla modifica del regolamento comunale sugli impianti di telecomunicazioni sulla base della proposta di iniziativa popolare presentata dall’associazione culturale Centro Studi Acitrezza.


Infatti, i rappresentanti dei firmatari, Giovanni Grasso, Antonio Guarnera e Mario Grasso, dopo varie sedute con la Commissione Statuto e Regolamenti e i funzionari dell’Ufficio Tecnico del Comune rivierasco, alla presenza di numerosi cittadini, sono riusciti a trovare un punto d’incontro che tuteli la salute della cittadinanza, L’Ente e le attività dei gestori degli impianti di telefonia mobile sulla base del principio di precauzione e del protocollo di intesa già stipulato nel 2003 dal Ministero delle Comunicazioni e l’ANCI, l’associazione nazionale dei Comuni d’Italia.


Il 16/01/02 venne pubblicato il regolamento comunale per impianti di telecomunicazione che aveva il compito di disciplinare la materia concernente le installazioni degli impianti sul territorio di Acicastello. Tale regolamentazione pur avendo il merito di essere il primo tassello normativo del Comune soffriva di diversi elementi di criticità che hanno creato una forte apprensione tra i cittadini.
Il CSA ha promosso una raccolta firme per la presentazione della suddetta proposta che ha visto superare i mille aderenti ed è finalmente giunta in commissione consiliare.


Si sta arrivando ad una conclusione che vedrà come ultimo atto la deliberazione del Consiglio Comunale per l’approvazione della proposta.
Sicuramente l’iniziativa popolare presentata, se andrà a buon fine, porrà una pietra miliare sulla regolamentazione degli impianti di telecomunicazione dando spunto ad altri Comuni di intraprendere la stessa strada.

Presto CTzen e LinkSicilia diventeranno un solo giornale. Un nuovo nome, un nuovo sito, ma l'informazione onesta di sempre.