Ecco il mondo che comunica

Comunicazione è la parola chiave della società di oggi. Televisione, telefonini e internet. Tra innovazioni e virtualità una rivoluzione assolutamente moderna


 Comunicazione è la parola chiave della società di oggi. Attraverso la televisione, oramai digitale ed interattiva, e i blog, passando per telefonini, videotelefonini, chat, newsgroups, sms ed mms… ecco come è possibile oggi rappresentarci. Virtuali. Mentre la televisione si sforza di mostrarci la reality, noi diventiamo virtuali. Si può dominare il mondo da casa. Basta avere un telefonino ed un pc.
Hai voglia di chiacchierare? C’è solo l’ imbarazzo della scelta tra le diversissime chat  che è possibile trovare in rete: “la tua città & dintorni”, “amici in libertà”, chat di politica, gossip, religione, filosofia, lavoro, e chi più ne ha più ne metta. Basta capire di che si ha voglia di discutere.
Vuoi tenere un diario? Il quaderno dalle pagine scritte fitte non va più…. oggi si scrivono i blog! Diari personali ma non troppo. Sentimenti privati che si ha bisogno di esprimere e che si sceglie di condividere con chi non si conosce senza rinunciare all’intimità e profondità del vecchio diario personale.
Vuoi dire ad una persona che le vuoi bene? Sono bandite parole ed abbracci stucchevoli. Si invece agli sms piene di parole abbreviate. Basta un tvb(ttttt…) inviato al numero di cellulare del soggetto prescelto ed è fatta. Per essere più carini, si può inviare un MMS con foto.
Ma non tutta la nuova comunicazione viene per nuocere.
Infatti dopo le chiacchiere virtuali in chat, i sentimenti chiusi in 160 caratteri e 15 centesimi, i diari personali trasformati in blog, arriva anche la raccomandata con ricevuta di ritorno on line. Ecco un servizio utile, di cui si sentiva la mancanza e che contribuisce a modernizzare davvero la società.
Viene da chiedersi: dieci anni fa, come facevamo? Irrintracciabili; ad anni postali dall’ amico in America; senza la possibilità di sapere/dire/inviare (insomma di comunicare) con l’immediatezza di oggi?