Meridiana, voli a 50 euro per i catanesi
Continuità territoriale anche in Sicilia

La compagnia sarda offre biglietti aerei a tariffe vantaggiose per i nati e residenti nell’Isola. Un’offerta «che nasce come risposta alla crescente domanda di collegamenti da e per l’Isola», precisa la società, e che va oltre lo strumento normativo dell’Ue che agevola con prezzi meno cari le regioni svantaggiate dal punto di vista della mobilità, non attivo in terra sicula. In attesa che la proposta passata all’Ars lo scorso marzo diventi legge

continuità_territoriale_meridiana_dentro

Buone notizie per i passeggeri siciliani. A partire dal 24 settembre Meridiana mette a disposizione dei residenti e dei nati in Sicilia biglietti aerei con tariffe «sotto i 50 euro a tratta tutto incluso». Lo ha dichiarato nei giorni scorsi Roberto Scaramella, amministratore delegato della società, che in conferenza stampa ha presentato le offerte nuove di zecca che la compagnia riserva agli utenti isolani. Praticando «una continuità territoriale privata tra Catania il resto d’Italia», e accettando quindi, anche senza una legge specifica, quello strumento normativo dell’Unione europea destinato ai collegamenti via cielo e via mare tra le regioni svantaggiate dal punto di vista della mobilità e il resto dello Stivale, già attivo in Sardegna ma che in terra sicula manca. Con buona pace dei viaggiatori, che per raggiungere le altre città italiane sono spesso costretti a sborsare cifre da capogiro.

«Grazie a questa nuova tariffa – si legge in una nota stampa di Meridiana – i clienti siciliani potranno acquistare un biglietto di sola andata, tasse e bagaglio inclusi, al costo di 50 euro su tutte le tratte da Catania per Milano Linate, Bologna, Torino, Verona, Roma e Napoli». Una strategia «che nasce come risposta alla crescente domanda di collegamenti da e per l’Isola», e con cui la compagnia si prepara a entrare nel mercato dei voli siciliano, già colonizzato da numerosi vettori low-cost italiani e stranieri, tra cui Ryanair, che sull’isola – da Trapani a Catania, passando per il da poco inaugurato aeroporto di Comiso – sta ampliando sempre più il traffico nelle città siciliane a prezzi vantaggiosi.

«L’importanza della Sicilia – precisa la stessa compagnia – continua a crescere per Meridiana e abbiamo una nuova offerta speciale che va oltre la continuità territoriale». Oltre perché l’Isola, nonostante sia svantaggiata dal punto di vista dei trasporti, non ha una legge specifica che permetta ai cittadini di usufruirne. Anche se qualche passo avanti per ottenere delle tariffe aeree agevolate e fisse per i nati e i residenti sull’Isola – ma anche per i giovani fino a 21 anni, gli studenti fino a 27 anni, i disabili e gli ultra settantenni – ha provato a farlo anche l’Assemblea regionale siciliana. Che lo scorso marzo aveva approvato una proposta di legge presentata dal Partito dei siciliani, capitanato da Toti Lombardo, giovane deputato figlio dell’ex governatore Raffaele.

Un progetto che però, per andare in porto, ha bisogno di lunghi tempi. «Con l’approvazione dell’atto di indirizzo – spiegava a marzo il giovane Lombardo ai microfoni di CTzen – il governo regionale si è assunto un impegno. Adesso, in base al regolamento della comunità europea, andrà aperto un tavolo tecnico a Roma tra il ministero dei Trasporti, la Regione e l’Enav per determinare le tratte a cui applicare le tariffe agevolate. Subito dopo verrà indetta una gara a evidenza pubblica a cui parteciperanno i vettori interessati». E oggi, a distanza di sei mesi, la continuità territoriale per la Sicilia pare ancora incastrata tra i meandri della burocrazia. Mentre i cittadini, per risparmiare, si augurano che, in attesa di una legge specifica anche per la Sicilia, altre compagnie seguano l’esempio di Meridiana.

 

[Foto di Wikipedia]

Presto CTzen e LinkSicilia diventeranno un solo giornale. Un nuovo nome, un nuovo sito, ma l'informazione onesta di sempre.